giovedì 3 agosto 2017

03/08/17 - ASKANEWS - INTELLIGENCE, FORMICHE: FOCUS CON MINNITI, GIANNI LETTA E STUCCHI in occasione dei dieci anni della riforma sui Servizi segreti

Era l'agosto del 2007 quando venne varata la riforma dei servizi segreti italiani che istituì il Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza della Repubblica. A dieci anni di distanza la rivista Formiche dedica un ampio approfondimento all`intelligence, alle sfide che ha già vinto e a quelle che l`attendono nell`era del fast power. Ad intervenire sul mensile fondato da Paolo Messa sono il ministro dell`Interno e già autorità delegata per la Sicurezza della Repubblica, Marco Minniti, il presidente del Copasir Giacomo Stucchi e l`ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Gianni Letta. Insieme a queste figure istituzionali Formiche ha raccolto le analisi e le opinioni di professori ed esperti quali Adriano Soi, Mario Caligiuri, Luciano Bozzo, Roberto Baldoni, Carlo Mosca, Lorenzo Vidino, Carlo Jean e Stefano Dambruoso."La diffusione della cultura della sicurezza - spiega l'editore Paolo Messa - è una delle innovazioni più apprezzabili di una riforma che ha reso l'intelligence italiana contemporanea dinanzi alle sfide nuove ed in continua evoluzione. L'approfondimento di Formiche vuole essere, nel suo piccolo, un riconoscimento ai protagonisti, noti e non, di una istituzione che è a fondamento della nostra democrazia e della nostra libertà".

03/08/17 - ADNKRONOS - SERVIZI SEGRETI: STUCCHI (COPASIR), INDIETRO NON SI TORNA

'La legge di dieci anni fa e' stata una piccola rivoluzione che ha smontato pregiudizi e sospetti' Roma, 3 ago. (AdnKronos) - "La legge 124 ha tracciato la strada di una intelligence moderna che deve avere tutti gli strumenti per prevenire e combattere i rischi. indietro non si torna". E' quanto afferma Giacomo Stucchi, presidente del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, nell'intervento su 'Formiche' dedicato al decennale della legge di riforma dei servizi segreti italiani del 3 agosto del 2007.Per Stucchi si è trattato di "una piccola rivoluzione che ha smontato scenografie cartonate fatte di pregiudizi e sospetti verso il mondo dei Servizi segreti, mostrando il fondamentale lavoro svolto sul campo dall'intelligence per la protezione degli interessi politici, militari, economici, scientifici e industriali dell'Italia. Non è stata una mano di vernice ma una scelta culturale prima che legislativa, che ha saputo imprimere indirizzi, capacità organizzativa e proattiva, permettendo all'intelligence di valorizzare risorse e analisi che si sono rivelate prioritarie nell'attività di prevenzione e contrasto della minaccia". Inoltre, con la legge 124 sull'intelligence, "i Servizi segreti hanno aperto una breccia, dialogando con i cittadini: dalla cultura della segretezza si è passati alla cultura della sicurezza", osserva Stucchi.

mercoledì 7 giugno 2017

07/06/17 - ADNKRONOS - GB: STUCCHI (COPASIR), PAESI UE DICANO A ITALIA SE JIHADISTI TRANSITANO DA NOI

"I jihadisti vanno in l'Europa passando dall'Italia? Sta nelle cose, per la nostra posizione geografica, ma scopriamo che di determinati personaggi, che vivono in altri Paesi, non ci viene comunicato il loro transito in territorio italiano". Lo ha detto il presidente del Copasir, Giacomo STUCCHI, intervenendo a SkyTg24. "Ci dicessero quello che fanno, quando arrivano da noi - perché per ora questo è stato fatto solo a posteriori, mentre andrebbe fatto in via preventiva".

martedì 23 maggio 2017

23/05/17 - ADNKRONOS - GB: STUCCHI (COPASIR), ORRORE SENZA PRECEDENTI

''Sono vicino al Governo britannico, ai cittadini e ai familiari delle vittime della strage terroristica di Manchester. Sia che si tratti di un lupo solitario sia di una rete più strutturata, la matrice terroristica dell'attentato ha raggiunto un livello di orrore senza precedenti''. Così in una nota il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi. ''L'aver preso di mira dei ragazzini per instillare nelle nostre società il terrore - continua Stucchi - deve spronare l'Occidente a fare tutto il possibile per prevenire i rischi di simili attentati; e tutto questo non può che passare da una maggiore collaborazione tra le strutture di intelligence nella comune lotta a qualsiasi forma di terrorismo''.

martedì 2 maggio 2017

02/05/17 - ANSA - MIGRANTI: STUCCHI (COPASIR), NON ESISTE ALCUN DOSSIER INTELLIGENCE ITALIANA CHE ATTESTI RAPPORTI ONG - SCAFISTI


Con riferimento alle notizie circolate circa l'esistenza di un rapporto (dossier) predisposto dai Servizi segreti italiani e attestante rapporti tra scafisti e ong per il controllo del traffico dei migranti nel Mediterraneo, dopo le verifiche del caso, alla luce di informazioni assunte, ritengo corretto evidenziare come tali notizie risultino prive di fondamento". Lo dice il presidente del Copasir Giacomo Stucchi.

lunedì 10 aprile 2017

10/04/17 - ANSA - POLIZIA: STUCCHI, GRAZIE PER IL LORO INSTANCABILE LAVORO


L'importante anniversario e' l'occasione per ringraziare gli uomini e le donne della Polizia di Stato che ogni giorno lavorano per la sicurezza dei cittadini". Cosi' il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi, in occasione delle celebrazioni per il 165/o anniversario dalla fondazione del corpo. "Il controllo e la conoscenza del territorio - osserva Stucchi - rendono il lavoro degli agenti, insieme a tutto il comparto sicurezza, dalle forze dell'ordine all'intelligence, sempre piu' strategico negli attuali scenari interni e internazionali. Auguri alla Polizia di Stato - conclude - e grazie a tutti i poliziotti per il loro instancabile lavoro".

lunedì 3 aprile 2017

03/04/17 - ANSA - SAN PIETROBURGO: STUCCHI, E' UNA CHIARA SFIDA A PUTIN

"Colpire in modo vile tante vite a San Pietroburgo, citta' natale di Putin, e' chiara sfida a lui, al suo Governo e a tutta la Russia". Cosi' il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi, commenta - con un tweet - le esplosioni nella metro di San Pietroburgo, esprimendo "solidarieta'".